I Campanarielli (Matese)

 

Difficoltà e tipo di gita: EEA (scala Cai)
Località e quota di partenza: Fosso di Valle Rima (994 m)
Dislivello complessivo: 600 m    Sviluppo: 8 km circa
Quota massima: 1640 m
Durata escursione (approssimativa): 5 h escluse le soste
dscn0997

Descrizione sintetica dell’itinerario

Giungendo in auto a Roccamandolfi (820m.) provenienti da Cantalupo, si prosegue in direzione San Massimo e in prossimità del Cimitero si svolta a dx per Campitello di Roccamandolfi. Dopo pochi metri a sx per la località : ”San Cristinziano”. Si sale a monte per una stretta carreggiabile, scavata a tratti nella roccia  per circa 800-1000 metri. Poco più avanti, in uno slargo roccioso, la strada si biforca. Svoltando a dx per una ripida salita si arriva in una piccola stretta alle porte di Valle Rima, punto di partenza del sentiero a una quota di circa 900m. A monte  uscendo dalla piccola stretta, si apre la veduta su Valle Rima, vallata sassosa, di origine glaciale, caratterizzata dalle numerose morene portate a valle dal ghiacciaio proveniente dalla Valle Fondacone. Sulla dx della valle si possono notare diversi insediamenti di pastori in pietre a secco e piccoli  stazzi di pecore tutt’oggi utilizzati. Abbandonata la sede della valle, il sentiero prosegue sul costone di Sx; salendo dopo qualche tornante, si svetta sul crinale del Vallone Grande (30\40min.circa). Da alcune creste nude incomparabile è la bellezza del panorama dello stesso , che a monte verso Sud si unisce nella Valle Fondacone. Proseguendo sul crinale, il sentiero ben marcato, sale fra piccole macchie di faggio e zone scoperte, fino a uno slargo erboso sito quasi ai piedi della V. Fondacone, (oltre 1200m.circa) dopo circa 70\90min. Anche qui si possono notare  resti d’insediamenti di pastori e verso sud magnifica la vista sulla V. Fondacone e sul Campanariello. Poco più avanti il sentiero incrocia una sterrata, proveniente da Campitello di Roccamandolfi, percorrendola verso sx a breve se ne incrocia un’altra che salendo a dx in un bosco di annosi faggi entra nella V. Fondacone. Terminata la traccia  si sale abbastanza ripidamente mantenendosi sulla dx della valle, fino a raggiungere dei monolitici massi siti sulla dx del Campanariello di valle, poco più a monte uscendo dal bosco, sulla sx si possono ammirare entrambe le guglie che svettano dalla sede della valle , a circa 2,30/3 ore di cammino. Continuando a salire ai margini del bosco, sul ripido ghiaione della valle  e successivamente su un costa  interamente ricoperta da grossi massi, si raggiungono su un terrazzo erboso gli stazzi del Campanariello di monte (a una quota di 1640 metri) riparati a nord da una piccola cresta rocciosa. Ancora sono visibili i resti dei muretti in pietra che delimitavano gli stazzi e i rifugi dei pastori. La gita prevede, per chi volesse, anche la salita al Campanariello di valle che presenta passi di II-III grado su roccia e sarà effettuata assicurati in cordata.

NB: a giudizio della guida, la gita può essere modificata, sospesa o annullata, in qualsiasi momento, anche in considerazione delle condizioni climatiche e di preparazione dei clienti.

Equipaggiamento/materiale

Scarponi, pantalone da trekking, abbigliamento a strati (a cipolla): primo strato traspirante, secondo strato pile leggero e/o pesante, terzo strato giacca impermeabile; zaino e coprizaino, cappello, guanti, crema  solare,  occhiali  da  sole. Cibo  ed  acqua  sufficienti  al  trekking. Imbraco e casco (forniti) eventualmente su richiesta) Indumenti di ricambio completo.

Cartografia di riferimento: Matese Versante settentrionale – Settore orientale 1:25000

Iscrizioni

La gita è prenotabile durante tutto l’anno per un minimo di 2 persone. La quota varia in base al numero dei partecipanti

Contatti: info@riccardoclimbing.com +393394360362

Share